mercoledì 4 giugno 2008

La Juve Piomba Su Aquilani

SENSI: Pronto?
SECCO: Buonasera dottoressa, sono Alessio Secco, direttore sportivo della Juventus.
SENSI: Buonasera Alessio! Accidenti quante formalità, così mi fa sentire vecchia, le dispiacerebbe darmi del tu?
SECCO: Un attimo che controllo la lista…
SENSI: Che lista?
SECCO: Quella dei giocatori cedibili… no, non c’è, mi dispiace, a quanto pare Deltu è incedibile.
SENSI: Ma cosa sta dicendo?
SECCO: Ora come ora non saprei, non è qua di fronte a me.
SENSI: Senta, per favore eh… può dirmi qual è il motivo di questa chiamata?
SECCO: E’ presto detto, vorremmo acquistare Aquilani, siamo pronti ad offrire 200 mila lire più le comproprietà di Alessandro Birindelli e Stefano Tacconi.
SENSI: Non ci siamo, a me non servono difensori né portieri… a me serve una punta.
SECCO: Volendo ho quella della matita disponibile, l’ho appena temperata, mi stavo giusto divertendo a impalare le mosche nel mio ufficio.
SENSI: Un attaccante intendevo.
SECCO: Uhm, non saprei cosa dirle, non erano previsti rifiuti… un attimo le passo il mio superiore, potrà continuare la trattativa con lui… Jean!!

………………

BLANC: Pronto? Chi è?
SENSI: Come chi è? Avete chiamato voi! Sono Rossella.
BLANC: Non mi dia del voi, mi fa sentire vecchio. Le dispiacerebbe darmi del lei?
SENSI: Dellei? mmmh no, è incedibile, ma non volevate Aquilani?
BLANC: Sì appunto, Alessio mi diceva che cercava un centravanti…
SENSI: Esatto.
BLANC: Beh, avremmo Paolucci disponibile, in realtà ci sarebbe l’offerta del Poggio Reale ma vogliamo venirvi incontro.
SENSI: Non c’è bisogno grazie, possiamo fare tutto al telefono.
BLANC: Bene, allora chiudiamo la trattativa?
SENSI: Un momento, ci sarebbe anche l’aspetto economico da valutare, con 200 mila lire vi posso dare la figurina autografata della Panini.
BLANC: Uhm, non saprei cosa dirle, non erano previsti rifiuti… un attimo le passo il mio superiore, potrà continuare la trattativa con lui… Giovanni!!

………………..

COBOLLI: Pronto? Chi è?
SENSI: Aridaje… mò tutte le volte tocca ricomincià da capo?? Sò Rossellaaaa!
COBOLLI: Salve Rossella, sono G.C.G.
SENSI: Eccheè? Uno scioglilingua?
COBOLLI: G.C.G., Giovanni Cobolli Gigli.
SENSI: Ah, è una chiamata in conferenza.
COBOLLI: No, G.C.G., come J.F.K., ha presente?
SENSI: No no, per carità, sto andando in paranoia… mi dica di Aquilani.
COBOLLI: Sì ecco, Jean-Claude mi diceva che voleva un aumento dell’offerta economica…
SENSI: Esatto.
COBOLLI: Di che cifra stiamo parlando?
SENSI: Nessuna, non glie l’ho ancora detta.
COBOLLI: Va bene, ma quanto vuole?
SENSI: 20 milioni sull’unghia.
COBOLLI: Non ci stanno 20 milioni su un’unghia.
SENSI: Sulle mie sì, sò lupacchiotta, graffio.
COBOLLI: Certo, da 200 mila lire a 20 milioni… vabbè va, voglio venirle incontro…
SENSI: Pure lei? Ma che siete tutti maniaci alla Juve??
COBOLLI: Intendevo, facciamo 19 milioni e 999 mila e l’affare è concluso.
SENSI: Uhm, non saprei cosa dirle, non erano previsti rifiuti… un attimo le passo il mio superiore, potrà continuare la trattativa con lui… George!!

0 commenti: