giovedì 12 giugno 2008

Donadoni: Ecco Le Motivazioni Delle Sue Scelte

DONADONI: Pronto?
VAN BASTEN: Sono Marco.
DONADONI: Materà, è inutile che mi chiami, non posso farti giocare in attacco… casomai farai l’esterno di centrocampo se si infortunasse Camoranesi.
VAN BASTEN: Sono Van Basten Roberto, ti chiamavo per farti gli auguri prima della partita.
DONADONI: Ah, ma non è mica il mio compleanno…
VAN BASTEN: Gli auguri erano per la partita, Roberto.
DONADONI: E’ il compleanno della partita?
VAN BASTEN: Ehm sì vabbè…. mi sembri un po’ teso Roberto, sei per caso sotto pressione?
DONADONI: Come un palombaro a 20000 metri di profondità caro Marco. Ho ancora molti dubbi sulla formazione da mandare in campo.
VAN BASTEN: Allora la mia telefonata capita a fagiolo… se vuoi posso darti qualche consiglio.
DONADONI: Te ne sarei davvero grato Marco, ho diversi nodi da sciogliere. Ad esempio, non ho ancora deciso il modulo di gioco, stavo pensando al classico 4-3-3-1…
VAN BASTEN: 3 centrali e 3 mezzepunte a ridosso di Toni?
DONADONI: No, 3 esterni a destra e 3 a sinistra.
VAN BASTEN: E al centro chi ci gioca?
DONADONI: La punta, mi pare ovvio.
VAN BASTEN: Già, certo, come ho fatto a non capirlo subito… chi mi preoccupa davvero è De Rossi, l’ho visto molto in forma ultimamente, sono sicuro che ci darà parecchio filo da torcere.
DONADONI: Eh sì, ha molto fiato da spendere, le sue urla dalla panchina saranno preziose per i compagni in campo.
VAN BASTEN: Vuoi dire che non lo farai giocare?
DONADONI: Assolutamente no, è troppo in forma e non voglio rischiare che si affatichi troppo. Meglio gettarlo nella mischia più avanti.
VAN BASTEN: Decisione lungimirante… e che mi dici di Del Piero?
DONADONI: Che è il numero 10 della Juventus, ha 34 anni ed è leggermente più basso di me.
VAN BASTEN: Intendevo, lo farai giocare?
DONADONI: Penso di no, in campionato ha segnato troppi gol rispetto al resto della rosa e ciò potrebbe far saltare gli equilibri della squadra.
VAN BASTEN: Cavolo Roberto, hai proprio pensato a tutto… in difesa come stai messo?
DONADONI: Eh, quello è il reparto messo peggio, Cannavaro è infortunato e Chiellini è squalificato…
VAN BASTEN: Come squalificato?
DONADONI: Sì, l’ho espulso in partitella dopo l’intervento su Cannavaro, dovrà saltare due gare.
VAN BASTEN: E chi farai giocare?
DONADONI: Materazzi di sicuro, mi ha pregato di metterlo in campo perché deve chiedere a Van Der Vaart il numero di cellulare di sua sorella.
VAN BASTEN: E poi?
DONADONI: Poi non so, probabilmente Barzagli: ci vuole uno che faccia perdere la concentrazione agli avversari facendoli ridere fino alle lacrime.
VAN BASTEN: Grosso?
DONADONI: Beh, piccolo non è.
VAN BASTEN: Volevo dire, Grosso lo fai giocare?
DONADONI: Penso di no, corre troppo e fatico a dargli le indicazioni. Meglio Panucci, almeno quello si piazza da una parte e non lo smuove neppure il terremoto.
VAN BASTEN: Senti, ma in porta? Gioca Buffon oppure Amelia?
DONADONI: eheheh Marco mi dispiace, non posso darti anticipazioni sulla formazione che manderò in campo.
VAN BASTEN: Vecchia volpe, sempre la bocca cucita eh? Vabbè va, posso almeno suggerirti di mandare in campo Cassano?
DONADONI: No, Antonio mi serve nel secondo tempo, se perdiamo ho bisogno di qualcuno che mandi a quel paese arbitri e compagni al posto mio….

0 commenti: