lunedì 3 marzo 2008

Ranieri Non Molla E Rilancia

Nonostante la sconfitta interna con la Fiorentina Ranieri non si scompone e rilancia: “Sarà grande Juve”


D: Allora mister, è deluso dopo questo risultato?

R: Assolutamente no. Abbiamo dominato in lungo e in largo sbagliando pochissimo, peccato solo per i tre gol subiti sui quali onestamente non potevamo farci niente. Ma voglio fare i complimenti ai miei difensori per la rapidità e la prontezza con cui hanno assimilato i miei schemi.

D: Qualcuno si domanda il motivo per cui non è stato schierato Stendardo invece di Grygera.

R: Stendardo era affaticato, nella gara di Coppa Italia con l’Inter aveva profuso uno sforzo notevole e ho preferito farlo riposare.

D: Qualcun altro fa notare invece che senza Chiellini il reparto sbanda paurosamente…

R: Non sono d’accordo, oggi i ragazzi hanno sfoderato una prestazione così superba che mi hanno quasi fatto pentire di non aver ceduto Chiellini quest’estate. Con i soldi della sua cessione oggi potremmo prolungare il contratto di Grygera per altri 6 anni.

D: Si può dire almeno che è un vero peccato aver perso una gara così importante visto che i tre punti avrebbero potuto darvi la quasi certezza della partecipazione alla prossima Champions League?

R: No, anzi, meglio così almeno teniamo vivo l’interesse per il campionato fino all’ultima giornata. Dopo calciopoli è bello che la gente torni ad entusiasmarsi per questo splendido sport.

D: Insomma, avete fatto un solo punto nelle ultime tre gare: è giusto parlare di crisi?

R: Se ci limitiamo ad osservare i punti che abbiamo racimolato si potrebbe anche essere portati a pensarlo, per fortuna però io ho una visione più ampia della vostra e so che in queste 3 partite ho di che essere soddisfatto.

D: Tipo?

R: Beh, intanto la Roma è a meno 6 dall’Inter e il campionato può dirsi riaperto. A questo proposito mando un sincero in bocca al lupo al mio buon amico Spalletti, ma anche una pacca sulle spalle e un incoraggiamento al mio carissimo amico Mancini.

D: Sì ma la fuga della Roma vi sbarra le porte del secondo posto…

R: Noi non abbiamo ambizioni così grandi, conosciamo i nostri limiti.

D: E quali sono?

R: Beh, ma è ovvio che Inter, Roma, Milan, Fiorentina, Udinese, Sampdoria e Lazio abbiano qualcosina in più dal punto di vista tecnico, e non dimenticherei il Palermo che se si risveglia può ancora raggiungerci. Noi come primo anno di serie A ci accontenteremmo di arrivare subito dietro queste importanti realtà del nostro calcio, sarebbe un traguardo di cui andare fieri.

D: Poc’anzi parlava di motivi per cui essere felici di queste ultime tre gare…

R: Totti ha ricominciato a segnare, se si sbriga può ancora vincere la classifica cannonieri anche quest’anno. Mi piacerebbe che a vincerla fosse un italiano.

D: E perché non Del Piero?

R: Alex lo conosciamo bene, è un giocatore fondamentale per noi e per la Nazionale. Spero ci aiuti a vincere l’Europeo quest’anno, per questo motivo da qui in avanti comincerò a farlo giocare di meno in modo tale che arrivi in forma per l’inizio del Torneo.

D: Altri motivi?

R: Lo splendido comportamento dei tifosi giallorossi, che durante queste tre gare non hanno accoltellato nessuno. Segno di grande maturità.

D: Sì ma c’è qualche motivo di soddisfazione che riguardi la sua squadra?

R: Ma è la mia squadra, lo sanno tutti che io tifo per la Roma.

D: Intendevo quella che allena, la Juve…

R: A parte il già citato stato di forma della difesa, vorrei pubblicamente elogiare un mio giocatore, Tiago Mendes, che stasera a fine gara nonostante la sconfitta rideva come un matto. E’ giusto cercare di nascondere la propria delusione di fronte alla telecamere. Oggi ha persino detto 12 bestemmie in meno quand’era in panchina, finalmente ha capito che al momento giusto gli darò la sua occasione.

D: Altro?

R: La splendida rete di Zalayeta all’Inter, che ci permetterà di risparmiare sull’acquisto di un attaccante in vista dell’anno prossimo: sarà lui il nostro ariete.

D: A questo proposito, riguardo alla prossima stagione che progetti avete?

R: Sarà durissima, ma se riusciremo a centrale il traguardo UEFA ci sarà senz’altro bisogno di ampliare l’organico. La società ha messo a disposizione 35 milioni, che andranno a coprire la fisioterapia di Andrade (in modo tale da averlo pronto sin dai primi giorni di ritiro) e i riscatti di Marchisio, Giovinco e De Ceglie. Per il resto…

D: Per il resto…

R: Beh, ovviamente dovremo fare dei sacrifici per avere ciò di cui abbiamo bisogno. Belardi si è ben distinto finora e l’anno prossimo rientrerà Mirante, credo che i tempi siano maturi per una cessione di Buffon che ha progetti troppo grandi per una realtà come la nostra. Nedved e Del Piero hanno rispettivamente 36 e 34 anni, in Giappone offrono 5 milioni di euro per averli in squadra e saremmo dei sciocchi a lasciarci sfuggire quest’occasione. A Chiellini ho già accennato, visto che il reparto funziona alla grande anche senza di lui credo si possa cederlo e monetizzare.

D: E con il ricavato delle cessioni chi arriverebbe?

R: Abbiamo le idee chiare su questo. Posso farle tre nomi di giocatori che l’anno prossimo vestiranno sicuramente la maglia bianconera: Mellberg, Simic e Papa Waigo.

D: Papa Waigo??

R: Già, l’abbiamo deciso stasera con Secco subito dopo averlo visto giocare. E’ un fenomeno, da noi troverà l’ambiente adatto per esplodere definitivamente. Con lui, Zalayeta, Palladino, Paolucci e Lanzafame l’hanno prossimo il reparto sarà ricco e affollato, abbiamo già preso contatti con l’Inter per le cessioni di Trezeguet e Iaquinta.

D: Mi da l’idea che abbia in mente un colpo segreto di cui non ci ha ancora parlato…

R: Ebbene sì, lo confesso: stiamo trattando con la società dello spettabilissimo Presidente Moratti lo scambio Vieira-Sissoko, e questo sarà il primo tassello per ricostruire la Juve del pre-calciopoli. E tra due anni tornerà anche Cannavaro…

8 commenti:

Enrico ha detto...

A Cristia', 'na bella storiella proprio per far sogni d' oro. E ridere! Grazie e buona notte.

Enrico

Cristiano76 ha detto...

Ciao Enrico,

Grazie dell'apprezzamento e della visita, notando l'orario suppongo che tu sia l'Enrico d'oltre oceano... un salutone ;-)

Enrico ha detto...

Te lo avevo scritto questo pomeriggio ma mi e' ritornato quindi te lo rispedisco adesso (e' notte e fuori imperversa una bella bufera.....)

Ciao Cristiano,

sono Enrico il canadese (beh, dopo 40 anni (ne ho 53) di Canada e' comprensibile......difatti quando vengo in Italia mi sento spaesato). Comunque ti voglio dire che il tuo blog lo seguo e lo leggo e lo inoltro ad amici juventini (Madonna quanti ne siamo a Toronto, nel mondo...) e finanche ad un' amica canadese che li traduce in inglese per imparare/esercitare il suo italiano! Ti saluto perche' e' ora di pranzo e devo ritornare a scuola altrimenti t' immagini che casino se non arrivo in orario (e si Cristiano come arriva il bel tempo sfoggio il mio guardaroba di maglie e tute juventine.....e chi vuol essere promosso son sicuro che gli piaceranno....)

Stammi bene e facci ridere.

Cristiano76 ha detto...

Ciao Enrico, non sapevo che fossi insegnante (di Italiano?), eserciti la stessa professione della mia ragazza (lei insegna alle scuole elementari).

Mi inorgoglisce sapere di essere letto ed apprezzato fino al lontano Canada... ti ringrazio per la stima e le belle parole, spero di continuare a strapparvi un sorriso e, soprattutto, di riuscire a farvi sentire un pò più vicina la nostra amata Juventus. In attesa che tornino le vittorie alle quali eravamo abituati...


p.s.: ma quando alla tua amica invii le intercettazioni di Totti come fa la poveretta a tradurle in Inglese? Le fornisci anche un dizionario Italiano-Totti? :-)))

Un abbraccio.

Enrico ha detto...

Ciao Cristiano,

Sogni d' oro (ma non sono i sogni sempre in bianco e nero?.....) visto che e' notte fonda da voi. Dopo due giorni di bufere (record dal 1939, 239 cm,) quasi battuto e non e' ancora finito l' inverno. E che inverno quest' anno. Boh. Io insegno Economia e Diritto nelle superiori, ed "anche" molto sport visto che, nel bene e nel male, la Serie A (+ Premiership ecc. ) e' seguita anche qui. Fra non molto ricomincia il campionato della MSL quindi andro' a tifare Toronto FC, sempre si trovano i biglietti. Stadio easurito (23750 posti,piccolo ma ampliabile!) ogni partita! Non una bella Juve oggi (Alex oggi....) ma viva i 3 punti. Alla mia amica canadese, le ho spiegato chi e' Totti, quindi la traduzione da Freetranslation.com piu' ingarbugliata e', e' piu' riflette Totti! Ti saluto perche' non mi sento piu' le braccia...quando pesa la neve! Stammi bene.

Enrico

Cristiano76 ha detto...

Non sai quanto io invece ti invidio, adoro la neve solo che qui da noi non la fa almeno da 20 anni. Magari 239 cm sono fin troppi...

Però ecco, se un giorno dovessi visitare il Canada mi sa che vengo a trovarvi... magari mi munisco di slitta e catene. :-)

Enrico ha detto...

Ciao Cristiano,

Settimana bianca (e soleggiata) quindi in gita qui e li nel sud Ontario. Le catene per le ruote sono vietate (mai viste in vita mia, no pardon, le ho viste sulle biciclette dei fanatici "Non sei un vero canadese fino a quando non fai un' invernata in bici") ma le strade, anche quelle di campagna sono ben pulite. In quanto alla slitta, beh di motoslitte se ne vedono fuori Toronto (un po' pericolose, capirai 200km ma anche perche' con l' effetto serra certi laghi non gelano quindi splash e ti saluto). In sud Ontario, ma altrove ci puoi viaggiare con Tir, rimorchio e rimorchio-bis. Ma da maggio (fino a Thanksgiving) che caldo!! O sei vuoi venire, fammelo sapere, sarei lieto della tua visita ed avresti un punto di riferimento (tanto con la figlia che studia, e vive in centro-citta', il figlio che viaggia, c'e' ne spazio). Ma ricordati delle distanze quando progetti un viaggio in Canada (e gli Stati Uniti). Ah Cristia' sto ascoltando Moratti (questo e' scemo) e Totti (almeno fa ridere): che risate. Certo che in Italia l' umorismo si trova dapertutto... Meno male che la Fiorentina si e'qualificata..... e t' immagini essere interista dopo ieri? Oh a proposito, mica avrai avuto qualche soffiata di quel che e' trapelato fra Moratti e Mancini cioe' come la proverbiale (in inglese) mosca sul muro ( Like a fly on the wall)? Fammelo sapere. Stammi bene e salutoni.

Enrico

PS Altro Che Semplice Topo... pero' infierisci sul povero Cobolli Gigli.....beh Bettega mi disse che e' una brava persona che fara' un buon lavoro....!?!?

Cristiano76 ha detto...

Davvero Bettega ti disse questo? In tutta sincerità ti dirò, a me Cobolli Gigli non piace neanche un pò, troppo asservito ai poteri "forti", troppo perbenista, troppo banale, troppo "yes-man". A me piacerebbe rivedere un Agnelli alla presidenza della Juve, ovvero Andrea, l'unico rimasto della famiglia. Gli Elkann non mi piacciono e la loro posizione riguardo calciopoli andrebbe chiarita, anche considerata la notizia (trapelata dal "Sole 24 ore") di una collaborazione di Guido Rossi con l'azienda di famiglia. Misteri che un giorno magari qualcuno riuscirà a spiegarci.

Riguardo Mancini, Moratti e il dopo Liverpool come avrai già notato ho riportato il colloquio chiarificatore... che - a quanto pare - ci permetterà di ridere ancora a lungo visto che ciuffo bionico sembra destinato a restare sulla panchina perdazzurra. Speriamo che su quella nostra l'anno prossimo torni a sedere un certo Marcello Lippi... solo con lui mi sentirei tranquillo a riaffacciarmi (speriamo) nell'Europa che conta. ;-)