martedì 11 marzo 2008

Altro Che Semplice Topo...

Nella gara Genoa-Juventus le telecamere si soffermano più volte su di un topolino che scorrazza vicino alla panchina della Juventus. Ma quello che a prima vista può sembrare un innocuo animaletto era in realtà qualcos’altro…


C: Pronto?
J: Ciao Giovanni, sono John.
C: In Inghilterra anch’io sono John.
J: Giovanni, sono John, “quel” John…
C: Aaaah, “quel” John, scusami se non ti ho riconosciuto subito ma non hai ancora pronunciato una sola parola con la lettera R.
J: Provvedo subito, aspetta che ne penso una…
C: Non importa, ormai ti ho riconosciuto.
J: Sei sicuro? Altrimenti guarda che la trovo…
C: Cosa?
J: Una parola che contenga la lettera R.
C: Perché?
J: Per dimostrarti che sono proprio io.
C: Non importa te l’ho detto, ti ho già riconosciuto.
J: Sei sicuro? Altrimenti guarda che la trovo…
C: Cosa?
J: Una parola che contenga la lettera R.
C: Ehm, credi che ci riusciremo a cambiare discorso?
J: Certamente, però intanto continuo a pensarci, non mollo.
C: Bravo, è questo il carattere di un vero Juventino.
J: Che mi dici della partita di ieri?
C: E’ finita due a zero, reti di Grygera e Trezeguet.
J: Grazie, fin qui c’ero arrivato da solo.
C: L’arbitro era Morganti.
J: Giovanni, ho visto la gara in tv.
C: Mi sembra giusto. Devi pur seguire le sorti dell’investimento sportivo principale dell’azienda di famiglia…
J: Infatti, è per questo che ho visto tutta la gara di Valentino Rossi. La partita del Genoa l’ho vista a spezzoni durante gli intervalli pubblicitari.
C: Ma la gara del motoGp è finita un po’ prima, la parte finale della gara l’hai quindi vista tutta…
J: No, in realtà non l’ho vista per niente la parte finale perché sono andato di corsa al bagno, colpa di Valentino che ha fatto cagare.
C: Capisco.
J: Però mi sono riguardato tutto stamattina.
C: Hanno fatto rivedere la gara in tv? Su che canale?
J: Non in tv, hai presente quel topolino che hanno inquadrato le telecamere accanto alla panchina della Juve?
C: Sì, l’ho rivisto stamattina su Studio Sport, ma eri tu? Non ti avevo riconosciuto vestito in quel modo…
J: No, quello in realtà non era un semplice topolino bensì un topo-spia.
C: Non mi dire…
J: Beh, se vuoi non te lo dico però è proprio così. Me l’ha prestato il nostro nuovo consulente aziendale, Guido. Lui lo ha usato per 3 anni e mi ha suggerito di provarlo, in effetti è un apparecchio talmente potente che sono riuscito ad ascoltare anche i discorsi degli scaricatori al porto di Genova.
C: Stupefacente…
J: Non ce l’ho, per queste cose devi rivolgerti a mio fratello.
C: Volevo dire, è incredibile… e che ne pensi allora della gara?
J: Penso che i tre punti conquistati siano molto importanti, ma ho anche un pizzico di rammarico per quel tiro di Borriello che Buffon ha spedito sul palo, avremmo assistito ad un match più divertente con il Genoa in gara fino alla fine. Inoltre saremmo sicuramente risultati più simpatici soffrendo fino all’ultimo istante, magari il giorno dopo avremmo potuto vendere qualche automobile in più.
C: Hai ragione, questi giocatori non hanno il minimo senso degli affari, l’anno venturo bisognerà cacciare almeno quelli più ambiziosi.
J: Mi fido di te. Ora scusami ma devo proprio lasciarti, devo andare a vedere come sta Oceano…
C: Sei andato a pesca sul Pacifico anche oggi?
J: Non hai capito, intendevo… un momento! L’ho trovata!!!!
C: Cosa??
J: Una parola che contiene la lettera R… caspita ma come ho fatto a non pensarci prima?? Il simbolo del mio team del cuore, l’unico vero campione esistente sulla faccia della terra…
C: Beh, hai ragione, Del Piero è unico…
J: Del Chi??? Io parlavo del mitico Schumacherrrrrrrrrrr!!!!!

0 commenti: