lunedì 4 febbraio 2008

L'Inter Interrompe Il Silenzio Stampa

Mancini: Pronto?
Moratti: Ciao Mancio.
Mancini: Beato te, io ho pranzato due ore fa ma ho di nuovo appetito.
Moratti: Questa non l’ho capita, Mancio.
Mancini: Non l’hai capita perché mangi? Mangi con le orecchie?
Moratti: No però mastico con le mani, i denti sono andati da un pezzo.
Mancini: I miei denti invece sono bellissimi, ma sto pensando di ingiallirli perché facciano pendant con il ciuffo.
Moratti: Se vuoi ti svelo il mio segreto, li lavo con la benzina.
Mancini: Dovrebbe essere fastidiosi i risciaqui… dove la sputi poi, sul serbatoio della macchina?
Moratti: Quale risputo? Io la ingoio.
Mancini: Ah… mi immagino che bruciori di stomaco…
Moratti: Solo se dopo accendo una sigaretta. In effetti per evitare questi disturbi sto pensando di accendermela direttamente mentre faccio i risciacqui, che ne pensi?
Mancini: Mi sembra un’ottima idea, così se hai la pietrina dell’accendino rotta puoi sempre accenderlo sputandoci sopra. Lei è un genio , Presidente.
Moratti: Grazie, Mancio.
Mancini: Eh, ho capito me l’hai già detto, buon appetito…ma mi hai chiamato per dirmi che mangi?
Moratti: No, ti ho chiamato per dirti che è ora di interrompere il silenzio stampa.
Mancini: Ma… ne sei sicuro?
Moratti: Sì, una domenica che siamo stati zitti non abbiamo vinto, sicuramente agli arbitri è mancata la nostra quotidiana presenza sui giornali. Anzi, domattina chiamo subito la Gazzetta e mi faccio intervistare, dico che il 5 maggio del 2002 siamo stati derubati da una banda di malfattori che aveva la casacca celeste, che Moggi è responsabile del buco dell’ozono a causa del fumo dei suoi sigari e che Giraudo nel 1961 ha rubato un sacchetto di caramelle nell’alimentari sotto casa, avviandosi in tal modo alla delinquenza.
Mancini: Bravo Presidente, si faccia sentire… e mi raccomando, ricordi anche che ogni domenica siamo costretti a giocare in 10 per via delle espulsioni.
Moratti: Guarda che ti sbagli, non sai contare. E’ quando ci espellono un uomo che giochiamo in 11.
Mancini: Azz, e pure te c’hai ragione, dimenticavo l’arbitro… e mò che figura ci faccio coi giornalisti? E’ da una settimana che mi lamento perché ci lasciano in 10, penseranno che sparo balle…
Moratti: Oh, se è per questo io credo che non noteranno grosse differenze…
Mancini: Ti ringrazio per le belle parole.
Moratti: Di nulla, Mancio.
Mancini: Sarai alla frutta, ormai…
Moratti: Già, come noi in Champions quando arriva il mese di marzo.
Mancini: Per domenica tutto a posto?
Moratti: Sì, ho chiamato Collina, abbiamo concordato che nel regolamento arbitrale deve essere incluso il fallo di testa in area.
Mancini: Fallo di testa o testa di fallo?
Moratti: La testa di fallo potresti essere tu se non mi ascolti. Il fallo di testa, come quello di Couto in Inter-Parma. Se un giocatore avversario colpisce la palla di testa nella propria area è rigore per l’Inter.
Mancini: Geniale, Presidente!! Quando entra in vigore la regola?
Moratti: E’ già in vigore, lo era col Parma e lo sarà domenica contro l’Empoli, vedrai.
Mancini: Beh, che dire, è stupendo vedere un Presidente che per la propria squadra fa tutto questo…
Moratti: Grazie per le belle parole, Mancio.
Mancini: Ancora??? Poi non lamentarti dei bruciori di stomaco…

4 commenti:

odino_1970 ha detto...

Trovo molto giusto il silenzio stampa dell'inter, dal momento che i nerazzurri possono beneficiare di un solo rigore ogni due partite.
Tutti "Solari"!

Viva il calcio pulito e e designatori milionari, nevvero Hill?

Piccola parentesi semiseria:
non sarebbe più facile e trasparente tornare al sorteggio integrale, eliminando così i corruttibili e costosi designatori, con l'aggiunta di moviola in campo e microchip nel pallone per i gol/non-gol?

Ciao Cristiano

Giancarlo

Cristiano76 ha detto...

Ciao Odì, felice di leggerti da queste parti.

Quella del microchip sul pallone è una regola sacrosanta, mi sembra assurdo che ancora non si sia deciso neppure di sperimentarla in modo serio. Magari preferiscono lasciare tutto com'è, alle critiche hanno fatto le ossa e d'altra parte i Pistocchi e i Dotto devono pur mangiare... mah.

Un saluto ;-)

odino_1970 ha detto...

Ciao bello, secondo me il sorteggio integrale (a chi tocca 'n se 'ngrugni!) è un altro deterrente ai paraculi e per di più aggratise.
La moviola in campo presenta delle difficoltà, questo è vero, però se vogliamo cambiare qualcosa e rendere tutto più trasparente, è l'unica via.
Sponsor (quelli della moviola in campo) alle tv e non a Collina, uguale più soldi alle squadre.

Un abbraccio

Cristiano76 ha detto...

Sul sorteggio integrale concordo, la moviola in campo mi lascia ancora un pò perplesso. Il principio è giusto ma ci sono casi in cui neppure il supporto elettronico chiarisce definitivamente l'accaduto: le polemiche rischierebbero di protrarre l'incontro all'infinito. E se anche negli episodi dubbi lasciassimo la discrezionalità al direttore di gara, ti immagini che polverone si solleverebbe qualora si dimostri un eventuale abbaglio?

Magari potrebbe essere utilizzata dal quarto uomo per correggere errori clamorosi (come fuorigioco o simulazioni varie), in questo senso sì che potrebbe essere davvero utile.

Un salutone.