venerdì 1 febbraio 2008

Lettera A Babbo Natale Di Massimo Moratti

Caro Gesù Bambino,

quest’anno sotto l’albero di Natale (un mio carissimo amico, e lui che me l’ha prestato) mi piacerebbe che tu mi facessi trovare almeno alcuni dei doni che sto per chiederti.

Vorrei che tu pensassi alla mia Inter, al fatto che in questi ultimi 2 mesi abbiamo subito così tanti infortuni che la cosa non può non aver insospettito delle vecchie volpi come me e Mancini. Sono sicuro che all’interno dello staff medico che ho a libro paga si annidi una spia di Agricola, e tale certezza è data dal fatto che in materia di spionaggi ho modestamente una certa esperienza. Mancini mi ha suggerito di istallare delle cimici all’interno della nostra struttura sanitaria, ma siccome io non sono un pirla mi sono subito reso conto che sarebbero state scoperte in breve tempo a causa della puzza che emettono se qualcuno le pesta. Ti prego di aiutarmi a smascherare l’impostore, siamo arrivati al punto che i miei calciatori si rifiutano di ingurgitare le pillole del dottor Herrera perché temono che al posto della caffeina ci sia stato messo del lassativo.

Vorrei che tu pensassi al mio Ibraimovic, è scandaloso che il pallone d’Oro sia stato assegnato a qualcun altro. A questo proposito ho parlato con il mio amico Guido, il quale mi ha suggerito di adottare una strategia di basso profilo. Siccome Ibra è scandalosamente arrivato settimo, il nostro compito sarà quello di dimostrare, con l’aiuto di alcuni amici che lavorano alla CIA, che:
A) Kakà è da squalificare, perché è arrivato vergine al matrimonio e quindi in condizioni psico-fisiche vantaggiose rispetto ai suoi concorrenti; B) Cristiano Ronaldo è da squalificare, perché è portoghese e si sa che i portoghesi cercano di imbucarsi ovunque, ergo è probabile che sia riuscito nell’intento anche in questa classifica; C) Messi è da squalificare, perché essendo il giocatore più basso della storia tutti tendono a notarlo troppo. Inoltre si rifiuta di venire all’Inter, e noi sospettiamo che lo faccia dietro consiglio di Moggi; D) Drogba è da squalificare, perché si mormora che sia andato a letto con la Canalis e che in quell’occasione si sia macchiato di fallo di reazione; E) Van Nistlerooy è da squalificare, il motivo non lo so ma vedrai che lo troviamo; F) Pirlo è da squalificare, perché con quell’espressione che si ritrova è certo che si ammazzi di canne. A me sembra una strategia che possa aiutarci a conseguire l’obbiettivo e d’altra parte è già stata testata in passato con ampio successo, ma sono curioso di avere un tuo parere in merito.

Vorrei infine che tu pensassi al mio prossimo calcio-mercato, e al fatto che un certo Blatter minaccia di riempire la nostra beneamata Inter di giocatori ITALIANI. Ma dico io, siamo impazziti? E dove li vado a pescare se dalla formazione primavera in giù ne avremo sì e no una decina? Inoltre questo significherebbe togliere il lavoro al mio carissimo amico Lele Oriali, a cui non rimarrebbe altro che accettare quel posto da doganiere che gli è stato più volte offerto da alcuni nostri amici scafisti. Vedi un po’ tu caro Gesù Bambino, io non so davvero come convincere questo fantomatico signor Blatter a recedere dai suoi propositi: qualche giorno fa l’ho persino convocato nel mio ufficio offrendogli la carica di vice-presidente di Telecom Italia, un bel villino dotato di aria condizionata situato proprio alle spalle delle mie fabbriche in Sardegna e un passaporto valido per i viaggi-studio dell’Erasmus, ma lui non ha voluto sentire ragioni. A questo punto non so proprio più cosa fare, se non riesci a convincerlo tu chiamo Tronchetti Provera e gli faccio riempire casa di microfoni così impara.

Ti ringrazio della cortese attenzione e ti invito ad accettare le mie richieste, altrimenti ti faccio intercettare e dimostro a tutti che tu non esisti.

0 commenti: