venerdì 1 febbraio 2008

Lapo Contatta Almiron

Dopo la gara di Coppa Italia Empoli-Juventus 2-1 e la pessima prestazione di Almiron, Lapo Elkann contatta il centrocampista bianconero proponendogli un ingaggio...


Almiron: Pronto?
Lapo: Ciao Sergio, sono Lapo.
Almiron: Chi?
Lapo: Lapo Elkann.
Almiron: Chii??
Lapo: Il fratello di John Elkann.
Almiron: Chiii???
Lapo: L’amante di Patrizia.
Almiron: Aaah!! Ciao Lapo, come va?
Lapo: Eh, insomma… tiro.
Almiron: Forte!
Lapo: Sì beh, come fai a saperlo??
Almiron: Che tiro forte? Beh, me ne accorgo quando calcio la palla…
Lapo: Io ci riesco senza neanche toccarla, la palla.
Almiron: Un giorno dovrai insegnarmi il tuo segreto. Perché mi hai chiamato?
Lapo: Volevo proporti di fare da testimonial per il nuovo marchio che stiamo lanciando.
Almiron: Sarebbe?
Lapo: E’ un progetto innovativo, basato su una tecnica new-economy che sta dando molti frutti nei paesi indo-europei.
Almiron: Ah, e sarebbe?
Lapo: Bisogna conquistare nuove fette di mercato, il motto della nostra azienda deve essere “try not cry”, capisci cosa intendo?
Almiron: Vagamente… ma sarebbe?
Lapo: E’ il momento di lanciare proposte nuove, che sappiano conquistare il settore, che colpiscano direttamente al cuore del cliente. Ci stiamo preparando ad abbattere le frontiere del “mai visto”, la nostra azienda punta a realizzare un prodotto new-age che sbaragli la concorrenza del settore. Fa tutto parte di Italian Indipendent, che è un marchio nomade e dinamico che si propone di realizzare "personal belongings".
Almiron: Mi dici di cosa stiamo parlando? Cos’è che dovrei sponsorizzare?
Lapo: Un allevamento di lumache.
Almiron: Cooosa?
Lapo: Hai capito perfettamente, old boy. Il nostro obbiettivo è quello di vendere lumache all’ingrosso e anche al dettaglio, adottare una strategia di basso profilo ma di forte impatto emotivo stile “traditional”, non so se hai visto Forrest Gump ma l’idea è la stessa che ebbe Bubba a proposito dei gamberi.
Almiron: Sì ma perché proprio io?
Lapo: Beh, ma ti sei visto in campo? Sembri una 500 in una pista di Formula Uno, un triciclo in una gara del moto GP, un ciclope in una mostra di occhiali, un cacciatore all’assemblea del wwf, uno Slash nel coro della Chiesa, un politico Italiano in Parlamento…
Almiron: Così mi offendi, Lapo.
Lapo: Non devi offenderti, Sergio. Ti sto offrendo un lavoro in fin dei conti.
Almiron: Ma io ce l’ho un lavoro, faccio il centrocampista centrale.
Lapo: Sergio, se tu sei un centrocampista quella che ho sopra il tavolo in questo momento è farina.
Almiron: Insomma Lapo, io sono il nuovo Veron!
Lapo: Sì, e io il nuovo Rocco Siffredi. Sergio, tu giochi a tennis con la racchetta del ping-pong, a basket con un pallone medicinale; se fossimo ad una gara di nuoto sincronizzato tu saresti quello coi braccioli, se fossimo all’aeroporto saresti una mongolfiera. Ho reso l’idea?
Almiron: Va bene, ho capito, accetto la tua proposta.
Lapo: Così mi piaci! Adesso fai un salto a casa mia che devo presentarti un paio di amici, a loro piacciono molto quelli che non hanno fretta…

0 commenti: