venerdì 1 febbraio 2008

Intervista A Moratti

T: PRESIDENTE, I TIFOSI JUVENTINI SOSTENGONO CHE DIETRO ALLE INTERCETTAZIONI DELLA SCORSA ESTATE CI SIA LA SUA MANO…

M: Le solite maldicenze. Smentisco categoricamente, ci ha pensato Tronchetti Provera.

T: MA L’INTER 2005-06 MERITAVA L’ASSEGNAZIONE DEL TITOLO?

M: Eccome! Siamo arrivati ad appena 15 punti di distacco dalla prima in classifica e 12 dalla seconda, se ci davano quel rigore contro l’Udinese sarebbe stato tutto un altro campionato. E non dimentichiamoci delle 2 sfide con la Juve…

T: APPUNTO. IN 2 GARE AVETE TIRATO IN PORTA 4 VOLTE…

M: Sì, ma solo perché in entrambe le occasioni l’arbitro giocava con loro. A Torino c’erano 7 rigori e 11 calci d’angolo a nostro favore non ravvisati dall’arbitro, a San Siro di rigori ne ho contati addirittura 28: a fine gara sono andato nello spogliatoio di Paparesta per lamentarmi ma Moggi gli aveva murato la porta…

T: HA DIMENTICATO IL GOL DI ADRIANO SU PUNIZIONE NON CONCESSO DALL’ARBITRO….

M: Già!!! Ihihihihihihihihihihihih!!!!!!!!! Imbizzarrisco al ricordo… a proposito, vuole sapere un aneddoto?

T: PENDO DALLE SUE LABBRA…

M: Faccia pure, ma non mi tocchi i denti perché sono finti. Me li ha prestati mio nipote che li usa a carnevale… comunque, dicevo, in quell’occasione Moggi riuscì a far annullare la rete insinuandosi non so come nell’auricolare dell’arbitro… lo so perché stavamo intercettando i telefonini di tutto lo stadio utilizzando un satellite della CIA.

T: MA COME? CI AVEVA DETTO DI NON SAPERE NULLA DELLE INTERCETTAZIONI…

M: Ihihihihihihihihihihih!!!!!!!!!! Non quelle riguardanti il campionato 2004-05. Successivamente però mi sono appassionato alla cosa e ho cominciato a prenderci gusto pure io, oggi intercetto persino i guardalinee di Pro Evolution 6…

T: COMUNQUE CREDO CHE STIA FACENDO UN Po’ DI CONFUSIONE. GLI AURICOLARI SONO STATI DATI IN DOTAZIONE AGLI ARBITRI SOLO L’ANNO SUCCESSIVO…

M: La prego di non contraddirmi ulteriormente. Il medico che mi segue mi ha detto di parlare solo con chi mi da sempre ragione, altrimenti divento pericoloso…

T: PERICOLOSO? IN CHE SENSO, SCUSI?

M: Inizio a scalciare.

T: AH, CAPISCO. INSOMMA, VERRA’ A TORINO QUEST’ANNO OPPURE NO?

M: Non so, vedremo. Dipende da Oriali…

T: DA ORIALI? IN CHE SENSO?

M: I miei documenti sono tutti scaduti e la questura non intende rinnovarmeli finchè non saranno concluse le indagini a mio carico. Ihihihihihihihihihihihihih!!!!!!!! Che rabbia!!!!! Gabriele sta cercando di farmi ottenere il passaporto tunisino ma purtroppo occorre tempo…

T: A PROPOSITO: NON LE SEMBRA PRETENZIOSO PARLARE DI ONESTA’ QUANDO SI HA ALLE PROPRIE DIPENDENZE UN DIRIGENTE CONDANNATO PER AVER FALSIFICATO DEI DOCUMENTI, UN’INDAGINE IN CORSO PER FALSO IN BILANCIO E PER LE PLUSVALENZE FITTIZIE, UN DEBITO SOCIETARIO PARI A QUELLO DELL’INTERA SERIE A, QUANDO IL PROCESSO DELLA SCORSA ESTATE E’ STATO GESTITO DA UN SUO EX DIPENDENTE E QUANDO DIVERSE SOCIETA’ L’HANNO ACCUSATA DI CONTATTARE I CALCIATORI CHE LE INTERESSAVANO UTILIZZANDO I TANTO DA LEI DEPLORATI “METODI MOGGI”?

M: Ihihihihihihihihihihihihih!!!!!!!! Tutte calunnie create ad arte nei forum Juventini dagli squadristi. Oriali è una persona perbene che ha normali contatti con appena 311 ambasciate, i nostri debiti li ripiano quando voglio rubando i soldi ai gonzi che hanno investito in Saras, Guido Rossi non è mio amico, figuriamoci, avremmo cenato insieme sì e no 512 volte (500 nell’ultimo anno, e ho sempre pagato io perché sono un signore e me lo dicono tutti) e, per quanto riguarda la storia dei calciatori, questa è una bugia bella e buona creata ad arte dagli Juventini Cellino, Rossella Sensi e tutti i giornalisti di Marca. Noi ci siamo rivolti ai loro procuratori, non hai calciatori, e li abbiamo pagati per garantirci la loro fedeltà: è ora di finirla con tutto questo fango nei nostri confronti, siamo onesti noi!!

0 commenti: