venerdì 1 febbraio 2008

Il Mercato Invernale Juventino

Mancano ancora pochi dettagli ma sembra ormai ben delineato il mercato invernale della Vecchia Signora. Un pool di esperti ha scandagliato il mercato internazionale facendo finalmente chiarezza sulle strategie del DS Alessio Secco per rendere i bianconeri in grado di lottare per lo scudetto sin da subito.

Praticamente ormai concluso l’affare Van Der Vaart (all’Amburgo andranno 300.000 lire più la comproprietà di Sergio Brio), le attenzioni si spostano ora sul giovane franco-maliano del Liverpool, Sissoko: la richiesta degli inglesi è di 38 milioni di euro, la Juve ne offre 1 e mezzo, una leggera limatina da ambo le parti e l’affare si farà. Pare fra l’altro che i dirigenti bianconeri abbiano chiesto di inserire nell’affare anche Javier Mascherano, ma il fatto che il suo cartellino appartenga all’MSI rende problematica la trattativa in quanto il partito risulta disciolto da tempo. Ma il rampante Alessio Secco non si ferma qui. Da viale Durini fanno sapere che la Juve ha richiesto ufficialmente Walter Samuel, offrendo Carini come contropartita tecnica. Le due parti si dovrebbero incontrare in settimana per chiudere l’accordo, si attende solo il rientro di Marco Branca dalla Somalia dove si è recato per visionare alcuni talenti locali. E non è quello dell’argentino l’unico nome nuovo della difesa bianconera: raggiunto l’accordo con Mellberg (il contratto avrà la durata di 7 anni, manca solo la firma), la Juve dirotta ora le sue attenzioni su Andrea Barzagli. In settimana è infatti previsto l’incontro con il patron rosanero Zamparini, che dal canto suo chiede in cambio Marchionni, Giovinco, Marchisio, Chiellini, Molinaro, De Ceglie e 17 milioni di euro. La Juve ci sta pensando.
Capitolo attaccanti: Huntelaar ha lanciato un ultimatum alla Juve (“sono due anni che mi state dietro, tra un po’ mi sposto e vi lascio passare”), mentre per Amauri paiono sfumare tutte le speranze dopo le recenti dichiarazioni (“Mi hanno offerto di giocare per la nazionale dell’Azerbaijan, e io ho accettato con entusiasmo. Per questo ho deciso che voglio andare all’Inter, lì almeno non avrò problemi ad ottenere il cambio della cittadinanza”). A Milano la punta rosanero troverà ad attenderlo Raymond Domenech, che ha firmato con la società nerazzurra un contratto quadriennale a partire dal giugno prossimo. Ieri la prima conferenza stampa del futuro tecnico interista, che ha ringraziato Moratti “con il quale c’è stata sintonia sin dal primo momento: anche a me stanno sulle balle gli Italiani”.

Infine, uno sguardo alle cessioni. Criscito è stato dato in prestito al Genoa (“fino a ieri pensavo che Buffon fosse il migliore portiere del mondo, oggi in allenamento ho visto all’opera Rubinho e la penso diversamente”), si scandaglia il mercato per trovare un acquirente ad Almiron. L’offerta più concreta pare arrivi nientemeno che da Aldo Biscardi, che vorrebbe assicurarsi le prestazioni dell’ex-empolese per impiegarlo nella moviola umana. Ma è giudicata interessante anche la proposta della Polizia di Stato, che vorrebbe utilizzare il giocatore in uno spot contro l’alta velocità. Anche Boumsong è sul piede di partenza, sembra sia stato ingaggiato da Nesti Channel in sostituzione dell’uomo nero.

Insomma, se le premesse sono queste attendiamoci un girone di ritorno coi fuochi d’artificio. Cobolli Gigli è apparso lucido e determinato nella conferenza stampa di stamani (“puntiamo allo scudetto e ad un piazzamento in coppa Uefa. Vorremmo raggiungere anche la zona Champions, se ci sarà la possibilità. Insomma, la penso sia come Trezeguet quando dice che arriveremo primi sia come Buffon quando dice che arriveremo terzi. In coppa Italia ci basta invece arrivare alle semifinali, sarebbe già un traguardo prestigioso”), se riuscirà a trasmettere la propria grinta ai giocatori sarà davvero una Juve stellare.

0 commenti: