lunedì 11 febbraio 2008

Il Fantacalcio Dei Presidenti

LOTITO: Allora, anche quest’anno ce ritrovamo qua pe’ gioca al fantacalcio, senza ulteriori preamboli direi de comincia subbito co le trattative e ricordate: “Homo faber fortunae suae

SENSI: Il latino non lo mastico molto bene.

LOTITO: E chi te dice de masticallo? O devi da parla’.

MORATTI: Offro 150 crediti per Ferrari della Roma.

LOTITO: Statte bbono Mora’, c’avemo 200 crediti ciascuno non li sputtana’ subbito… sennò poi nun te rimane gnente da spenne.

MORATTI: Voi ne avete 200: dal canto mio ho venduto Inter brand, ho ricapitalizzato le azioni Saras, ho liquidato la mia compartecipazione a telecom, ho allacciato illegalmente la corrente elettrica in casa risparmiando centinaia di euro… posso arrivare a spendere fino a 6000 crediti.

SENSI: Comunque, Ferrari è incedibile.

ZAMPARINI: Io ne offro 130 più la comproprietà di Guidolin e Colantuono, tra tutti e due m’hanno fatto cresce due palle che potrei prestarle ai portieri per le sessioni di allenamento.

COBOLLI: Io ribatto con 13 crediti più il prestito di Alessio Secco per un paio di stagioni.

GALLIANI: A me piacerebbe inserirmi nella trattativa, ma Ancelotti mi ha detto che Berlusconi gli ha detto che non ci serve un altro difensore centrale.

SENSI: Non pensavo ci fosse tutta ‘sta concorrenza per un calciatore così modesto.

FOTI: Modesto è nostro cara Rossella, non confondiamo le acque.

LOTITO: Unicuique suum, alterum non laede.

SENSI: Intendevo dire che Ferrari è un calciatore Italiano come ce ne sono tanti…

MORATTI: E’ Italiano?? Ma se è nero!!!

SENSI: E’ mulatto.

MORATTI: Non conosco questa nazione, potrei avere dei problemi con la naturalizzazione del giocatore quindi rinuncio al suo acquisto.

COBOLLI: Alzo l’offerta a 15 crediti.

SENSI: E’ una base troppo bassa per trattare…

COBOLLI: Di più Blanc non mi permette di spendere.

LOTITO: Homo sine pecunia est imago mortis.

DELLA VALLE: Io vorrei offrire 110 crediti per la comproprietà di Farina e Gervasoni.

MORATTI: Mi dispiace, sono incedibili.

DELLA VALLE: Ma Massimo, sono Italiani…

MORATTI: Ancora per poco, stiamo aspettando il nullaosta dall’AIA per dare loro la cittadinanza Cecena.

LOTITO: Chi è che ce cena?? Aho, ‘ste cose nun le vojo senti’ manco pe’ scherzo, a me nun me passa pe’ l’anticamera der cervello d’anna a magna co ‘n’arbitro… a meno che non sia lui a paga’.

DELLA VALLE: Almeno un’opzione su Tagliavento riesco a strappartela?

MORATTI: Mi dispiace Diego ma non posso, è un giocatore fondamentale per noi. Non voglio dire che contro l’Empoli sia stato decisivo, ma di sicuro ci ha dato una mano…

CORSI: Già, vi ha prestato quella di Vannucchi.

SENSI: Vannucchi, Ferrari, Gervasoni, Farina… troppo vecchi per i nostri gusti, noi puntiamo ai giovani.

GALLIANI: Per Paloschi non accetto offerte al di sotto dei 180 crediti, ha detto Ancelotti che ha detto Berlusconi che ci troviamo di fronte ad un grandissimo campione.

COBOLLI: Se ti interessa posso offrirti in cambio Trezeguet.

GALLIANI: Non ci interessa, Ancelotti sostiene che Berlusconi sostiene che di attaccanti ne abbiamo già a sufficienza.

LOTITO: Caput imperare, non pedes.

SENSI: Questo incomincia a rompermi le balle con ‘sto latino…

DELLA VALLE: E lascialo stare Rossella, tanto parla in latino o in italiano la sostanza non cambia… non lo capiamo comunque.

COBOLLI: Vabbè va, qui non si conclude niente meglio alzarci e tornare a casa che devo rimboccare le coperte a Secco…

DE LAURENTIS: Hai ragione, io non ho ancora avuto la possibilità di intervenire, qui ognuno dice la sua senza ascoltare gli altri.

GARRONE: Già, ci vorrebbe che qualcuno facesse ordine.

MORATTI: Eh sì, ci manca pure che qualcuno faccia Ordine… quello sta sempre a sparare balle a Controcampo…

GALLIANI: A proposito, Ancelotti mi ha detto che Berlusconi gli ha detto che nel prossimo derby lo mandiamo in panchina, così nel post-gara avremo qualcuno che competa con Mancini in questo campo…

0 commenti: